I tour del bed and breakfast SOMAIA

Da Spello a Spoleto, passando per Foligno



SPELLO (a 60min dall'agriturismo)

Adagiata sul declivio meridionale del Monte Subasio, Spello ospita numerosi monumenti romani e medievali. Conviene iniziare la visita dal quartire detto Borgo, ove si trova la romana Porta Consolare (nel lato esterno sono esposte tre statue marmoree di età repubblicana). Percorrendo l'adiacente Via Roma, si rasenta un bellissimo tratto delle Mura Augustee, sino a giungere alla Porta Urbica. In Piazza Matteotti, visitate la chiesa di Santa Maria Maggiore del XII secolo: alla base del massiccio campanile romanico si trovao due fusti di colonne romane; all'interno, non fatevi sfuggire la Cappella Baglioni, con un pavimento di maioliche di Deruta e tutta decorata da magnifici affreschi del Pinturicchio. Da Piazza Matteotti, la Via Torri di Properzio scende alla romana Porta Venere, la cui cortina esterna e rinserrata da due belle torri dodecagone. Se avete tempo, potete visitare la chiesa di sant'Andrea (racchiude dipinti di pregio) e la chiesa di San Lorenzo (eretta nel 1120sul posto di una chiesan romana del 560, custodisce notevoli dipinti e sculture del '400 e '500).
Poco fuori dal centro, si trovano: la chiesa di San Claudio (costruzione del XII secolo sorta sui resti di un edificio romano, con graziosa facciata a tre portali) e l'anfiteatro romano (I secolo).

 

 

FOLIGNO (a 65min)
Importante centro industriale e commerciale, Foligno é la terza città umbra per dimensioni ed importanza economica. Il centro è costituito dalla Piazza della Repubblica e dalla contigua Piazza del Duomo. Su quest'ultima si prospetta la facciata principale del Duomo (1133, in stile romanico); la facciata secondaria dell'edificio, del 1201, presenta un magnifico portale ricco di rilievi classicheggianti. Di fronte al fianco del duomo, sorgono il Palazzo comunale (con una bella torre merlata del '400), il Palazzo Orfini e ,sopratutto, il Palazzo Trinci (all'interno trovate una splendida scala gotica e, al secondo piano, la Pinacoteca civica). La pinacoteca consta di un grande vestibolo (con elegante soffitto ligneo decorato da affreschi), di una loggia (in fondo alla quale si sale alla cappella, ricoperta da affreschi di Ottaviano Nelli), della sala delle arti e dei pianeti e dalla sala dei giganti(alle cui pareti sono raffigurati 15 eroi tratti dalla storia romana). In Piazza San Domenico si colloca la chiesa di Santa Maria Infraportas (con facciata romanica, preceduta da massiccio portichetto dotato di 4 colonne); all'interno, è molto interessante la Cappella dell'Assunta, adornata da affreschi bizantineggianti del 1100. Degne di nota anche la chiesa di San Giacomo (gotica, con bel portale ogivale), la chiesa della Nunziatella (1494, conserva affreschi del Perugino), e lachiesa del Santissimo Salvatore (antica abbazia benedettina).
A 6km da Foligno, in bella posizione collinare, sorge l'Abbazia di Sassovivo: superbo il chiostro romanico, composto da ben 128 colonnine e 58 archi, adornato da mosaici; interessante la cripta, che costituisce il residuo di un'antica abbazia benedettina del Mille.

 

 

BEVAGNA (a 70min)
Bevagna conserva una suggestiva atmosfera medievale. Molto caratteristica la Piazza Silvestri, ove sorge una fontana, ilPalazzo dei Consoli (1270, racchiude il Teatro Francesco Torti, considerato tra i più belli dell'Umbria) e la chiesa di San Silvestro (gioiello dell'architettura romanica, interno basicale a tre navate divise da ampie arcate). A destra della piazza si erge la chiesa di San Michele; ha una grandiosa facciata romanica con ampio rosone ed un magnifico portale mediano).

 

 

MONTEFALCO (a 75min)
Per la sua magnifica posizione panoramica sulle valli del Topino e del Clitunno è soprannominato la "ringhiera dell'Umbria". Per iniziare, esplorate la gotica chiesa di Sant'Agostino (con elegante portale ogivale, interno ad una navata con tetto a travature scoperte). Proseguite visitando la chiesa di Sant'Illuminata (XVI secolo, interno ad una navata con tre nicchie per lato, decorate da begli affreschi). In Via Ringhiera Umbra incontrate l'ex chiesa di San Francesco: sconsacrata, è oggi adibita a museo, contiene opere di altissimo livello della pittura umbra; da non perdere, sull'abside mediana, gli affreschi delle storie di San Francesco e, nella navata destra, la cappella di San Girolamo. A poco più di un km da Porta Spoleto, si trova la chiesa di San Fortunato; risalente al secolo V, fu rifatta nel 1446, ed é preceduta da un caratteristico portico con 4 colonne antiche.

 

 

FONTI DEL CLITUNNO (a 70min)
Nei pressi di Trevi soge il Tempietto del Clitunno, elegante edificio paleocristiniano del IV secolo, costruito in parte utilizzando elementi architettonici degli antichissimi templi che sorgevano lungo il corso del fiume Clitunno. A meno di 3km di distanza si trova l'ingresso alle Fonti del Clitunno: le fonti, luogo sacro per i romani, sono ricche di polle d'acqua limpidissima che formano un laghetto cinto da salici piangenti e pioppi; il posto, molto suggestivo e , fu oggetto della celebre ode "Alle fonti del Clitunno" di Giosuè Carducci.

 

 

SPOLETO (a 80min)
Trattasi di una delle principale mete turistiche della regione, apprezzata soprattutto per la sua richezza di monumenti romani ben conservati. Iniziate la visita dalla parte settentrionale della città, ove trovate il ponte romano, detto Ponte Sanguinario (I secolo a.C., a tre arcate, in grandi blocchi di travertino). In Piazza Garibaldi sorge la romanica chiesa di San Gregorio Maggiore (con poderoso campanile costruito con materiale di epoca romana ed interno basicale). Sparsi qua e là per il centro trovate numerose vestigia romane: all'interno della Caserma Severo Minervio vi è l'Anfiteatro Romano, in Via Cecili un imponente tratto delle mura romane, in Via delle Terme l'antico Teatro Romano, in Via Monterone l'Arco di Monterone (III secolo a.C.) e, nell'omonima via, l'Arco di Druso. A fianco di quest'ultimo, sotto la chiesa di San Ansano, potete visitare i resti di un Tempio Romano e la cripta di San Isacco. Nella Piazza Comunale si erge il Palazzo Comunale, al cui primo piano ha sede la Pinacoteca comunale, che custodisce varie opere dall'XI al XVIII secolo. Al di sotto del Palazzo comunale giacciono i resti di una casa romana in stile pompeiano (I secolo), forse appartenuta alla madre dell'imperatore Vespasiano. In via Aurelio Saffi sorge il Palazzo Arcivescovile (sede della Raccolta diocesana d'arte sacra). Dal cortile del medesimo palazzo si accede alla chiesa di Sant'Eufemia (XII secolo, interno basicale a tre navate). In Piazza del Duomo, si trova il Palazzo della Signoria, sede del Museo civico (contiene oggetti dell'età del ferro, di epoca romana e del medioevo). In fondo alla piazza si presenta il Duomo, il monumento più insigne della città: XII secolo, magnifica la facciata in stile romanico, con un grande rosone ed un portale dai grandiosi stipiti e dal superbo architrave, preceduta da un elegante portico rinascimentale. All'interno, sul portale mediano si trova un busto di Urbano VIII in bronzo del Bernini e, sulla navata destra, la cappella Eroli, coperta da affreschi del Pinturicchio; il presbiterio ha l'abside decorata da stupendi affreschi di fra' Filippo Filippi (1467). Da Piazza Campello partono delle brevi passeggiate intorno alla rocca: innanzitutto si consiglia di raggiungere il possente Ponte delle Torri che, con le sue 10 arcate sospese sul baratro fra il poggio della rocca e il Monteluco, presenta un'altezza di ben 80m ed una lunghezza di 230m. Proseguite raggiungendo la chiesa di San Pietro, eretta nel V secolo sul sito di una necropoli dell'età del ferro; la facciata duecentesca, decorata da magnifici rilievi, è uno dei massimi esempi della scultura romanica in Umbria. Non lontano dal centro sorge la basilica di San Salvatore, monumento paleocrisitano del V secolo: bella soprattutto la facciata, al cui livello inferiore vi sono tre portali marmorei e, in quello superiore, tre ampie finestre.